Esisteva nello stesso luogo un’altra chiesa più antica, S. Bernardo della Compagnia, edificata nel 1418 da un nobile romano nel giardino della sua casa. In essa si raccolsero un gruppo di laici e di preti e formarono la cosiddetta Compagnia di S. Bernardo. Questa alla fine del ‘600 era ormai estinta e fu rimpiazzata da un’altra: SS. Nome di Maria, formatosi in occasione della vittoria dell’esercito cristiano contro i Turchi nel 1683.

I religiosi però trovarono la chiesa di S. Bernardino un po’ troppo piccola per le loro esigenze e ne costruirono un’altra adiacente a cui diedero lo stesso nome della compagnia: SS. Nome di Maria. Si iniziò a costruire la nuova chiesa nel 1736 e i lavori furono ultimati nel 1741; il progetto fu redatto dall’architetto e professore francese Antoine Derizet. Nel 1748 la chiesa di S. Bernardo fu distrutta e, con tante scuse, vennero intitolati al Santo un altare all’interno della nuova chiesa ed un vicolo adiacente ad essa.

L’edificio è a piana centrale con una base quadrata scandita da numerose colonne e lesene ed ornata con timpani e statue. La cupola, divisa in otto spicchi, si eleva da un tamburo molto alto, anch’esso diviso in otto facce da due lesene accoppiate e con un’ampia finestra su ogni faccia.

L’interno è ellittico, con sette cappelle elegantemente ornate di marmi policromi; sopra l’altare maggiore si trova un’antica immagine della Vergine che era conservata un tempo nell’oratorio di S. Lorenzo in Laterano. Durante il pontificio di Eugenio IV (1431-1447) era stata portata nella distrutta chiesa di S. Bernardo; nel 1741 “con solenne processione” venne posta nella chiesa di SS. Nome di Maria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...