Dalla sponda occidentale del Tevere apre una grande strada che giunge sino a piazza S.Pietro… si tratta della celebre via della Conciliazione, voluta da Bdnito Mussolini e realizzata, in più tempi, dall’architetto Marcello Piacentini tra il 1936 ed il 1950.
A lavori quasi conclusi ci si accorse come i due lati della via non fossero esattamente regolari… così, per creare una illusione ottica di allineamento, fu installato su ciascun lato della strada un filare di dodici obelischi, replicanti quello di piazza S.Pietro.
Essi vennero eretti come scenografici lampioni e corredati da sedili, per il riposo dei pellegrini. Ciò li rende una ennesima “conciliazione” fra paganesimo e cristianesimo, essendo l’obelisco nato come elemento architettonico di origine egizia.
I romani, abbastanza scettici riguardo alla sistemazione finale di via della Conciliazione, non tardarono ad affibbiare agli obelischi luminosi lo sprezzante soprannome di … supposte !

Associazione Coolture – Roma