Nel XIX secolo, grazie al principe Camillo Borghese, la splendida villa di famiglia raggiunse la sua massima espansione… precisamente con l’acquisto di alcuni terreni verso piazza del popolo. Inoltre Camillo dotò i giardini di un nuovo monumentale ingresso, atto a distinguere la nuova proprietà dalla vecchia. Il progetto fu affidato al celebre architetto ed archeologo Luigi Canina, il quale ideò una scenografica porta in stile egizio! Ancora oggi la si può ammirare presso viale Fiorello la Guardia e si tratta di un monumentale portico colonnato e turrito. In memoria delle antiche suggestioni “egitto-romane” degli imperatori, non potevano certo mancare due obelischi gemelli, decorati da geroglifici nella facciata anteriore.

Associazione Coolture – Roma