Nel 1600 anche i cortili di alcuni palazzi nobiliari furono decorati con fronti di sarcofago, clipei,
rilievi di vario genere e busti murati nelle pareti o inseriti entro nicchie.
L’esempio più ricco ed affascinante è senza dubbio la sistemazione del cortile del Palazzo Mattei di Giove, realizzata fra il 1613 e il 1616, nella quale vengono accostati pezzi antichi e moderni.
Il committente, il marchese Asdrubale Mattei, decise una tale sistemazione per suscitare nei posteri un forte sentimento di ammirazione e di emulazione.

Associazione Coolture – Roma