Incastonata nel Portico d’Ottavia, immersa nel Ghetto, cuore della comunità ebraica romana, Sant’Angelo in Pescheria è assai rappresentativa del reimpiego nell’altomedioevo.
Fondata tra il 755 e il 770 occupa non solo la Porticus Octaviae ma anche l’adiacente area dei templi di Apollo Sosiano e Bellona.

Associazione Coolture – Roma