La Basilica di Santa Sabina è uno dei pochi luoghi di culto a Roma che si mostra tutt’oggi nelle sue vesti paleocristiane. Venne eretta su commissione del potente ed influente sacerdote Pietro di Illiria, il quale si avvalse delle sue conoscenze presso la corte papale e la prefettura della città per spogliare e riutilizzare elementi architettonici di vari edifici antichi.
Ad esempio le 24 colonne della navata centrale ed i portali con stipiti e architravi della basilica, provengono da un unico edificio localizzato nelle vicinanze. Secondo alcuni studiosi fu la demolizione delle Terme Surane a permettere il riuso di un apparato decorativo così omogeneo.

Associazione Coolture – Roma